A scuola la campanella della parità è ancora stonata

A scuola la campanella della parità è ancora stonata

Mancano una riformulazione complessiva dei saperi e non di rado anche una sufficiente consapevolezza nel corpo docente.

Continua a leggere
Elogio della sottrazione
  

Elogio della sottrazione

Paolo Legrenzi all’incontro di Camaldoli: A mia immagine. Il culto della propria immagine e la perdita del sé.

Aristide Fumagalli
   

La coscienza e il suo fondamento

Aristide Fumagali: oggi parliamo ancora di libertà di coscienza come un diritto umano fondamentale. Ma che cos’è la coscienza?

Paolo Segatti
   

Segatti, crisi di fiducia

E’ come se la politica mainstream non riuscisse più a intercettare la domanda di governo da parte dell’elettorato.

Ultimi post

PapaNewsLink 22-28 settembre 2022

PapaNewsLink 22-28 settembre 2022

La settimana di Francesco: Congresso eucaristico a Matera, incontro «The Economy of Francesco», nomine, udienze e un pensiero all’Ucraina.

1982, 1997 e 2017: il papa a Bologna

Le visite di papa Giovanni Paolo II del 1982 e del 1997 e di Francesco nel 2017 in un racconto tra cronaca e vita familiare.

PapaNewsLink 15-21 settembre 2022

PapaNewsLink 15-21 settembre 2022

La settimana di Francesco: con 200 vescovi in terra di missione, video per la Giornata mondiale del migrante, catechesi su viaggio Kazakhstan

La fede non come reliquia ma come apertura all’altro

La fede non come reliquia ma come apertura all’altro

Padre Claudio Monge, dalla Turchia, commenta il discorso di papa Francesco nel suo viaggio apostolico in Kazakhstan.

PapaNewsLink 8-14 settembre 2022

PapaNewsLink 8-14 settembre 2022

La settimana di Francesco: il viaggio in Kazakhstan, l’assemblea di Confindustria, l’udienza con i catechisti, il messaggio a Carlo III.

Video

Il Regno

Il numero di marzo ha molte pagine dedicate alla guerra scatenata dalla Russia in Ucraina. Brunelli, Bremer, l’infografica di Tamberi, Milani, Walzer, Halík, Ottaviani, Veladiano, Stefani e Accattoli: sono le firme di altrettanti pezzi sulla guerra, le sue lunghe radici, la sua devastazione, l’incredulità di noi europei, la necessaria preghiera per la pace. Ma soprattutto su come non si possa non prendere posizione contro chi la guerra l’ha voluta.

Anche l’azione diplomatica, auspicata a più riprese dalla Santa Sede, non può che avvenire nel contesto «del riconoscimento esplicito della differenza tra l’aggressore e l’aggredito». Preghiamo dunque per la pace che – come scrive Piero Stefani – «in un mondo lacerato dalle guerre» non può che essere «messianica», cioè pone all’uomo e al credente una «missione storica» che non ha fine e inizia proprio da questa travagliata terra.

I nostri blog

Blog moralia banner
Blog il regno delle donne banner

Newsletter

Iscriviti alla newsletter

Lasciaci il tuo indirizzo e-mail se desideri ricevere ogni settimana il meglio delle nostre pubblicazioni. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy
Copy link
Powered by Social Snap