Qatar

I Mondiali in Qatar e il lato oscuro del pallone

Quello di domenica scorsa, 20 novembre, è stato il calcio d’inizio più discusso della storia dei Mondiali dello sport più popolare di sempre.

Continua a leggere
 

Amore, sessualità, rapporto di coppia

Si è conclusa la visita dell’episcopato tedesco al papa. Il confronto ha riguardato tra l’altro il rinnovamento della morale sessuale.

Governo Meloni
 

Politica in Italia: i passi perduti

Questo governo non sia in grado di cominciare a risolvere, da destra, i problemi di fondo del nostro sistema politico.

Ultimi post

Qatar

I Mondiali in Qatar e il lato oscuro del pallone

Quello di domenica scorsa, 20 novembre, è stato il calcio d’inizio più discusso della storia dei Mondiali dello sport più popolare di sempre.

Papa Francesco e Cuamm

PapaNewsLink 17-23 novembre 2022

La settimana di Francesco: l’udienza con Medici con l’Africa CUAMM, le nomine di nuovi vescovi, il viaggio ad Asti e nuove interviste.

Ghizzoni e Baturi

Violenze sui minori in Italia: il bicchiere mezzo pieno

Il 1° Report della CEI ha costituito un primo passo avanti che sta gettando le basi a livello di comunità locali.

Papa con i poveri

PapaNewsLink 10-16 novembre 2022

La settimana di Francesco: il pranzo con i poveri, l’incontro col Dicastero per la comunicazione, le preghiere per l’Ucraina e per Istanbul.

Jozef De Kesel

I vescovi belgi dal papa, la preghiera per le coppie omosessuali

Dopo aver proposto lo schema di preghiera per le coppie omosessuali dal 21 al 25 novembre è prevista la visita ad limina a Roma.

Video

Il Regno

Il numero di marzo ha molte pagine dedicate alla guerra scatenata dalla Russia in Ucraina. Brunelli, Bremer, l’infografica di Tamberi, Milani, Walzer, Halík, Ottaviani, Veladiano, Stefani e Accattoli: sono le firme di altrettanti pezzi sulla guerra, le sue lunghe radici, la sua devastazione, l’incredulità di noi europei, la necessaria preghiera per la pace. Ma soprattutto su come non si possa non prendere posizione contro chi la guerra l’ha voluta.

Anche l’azione diplomatica, auspicata a più riprese dalla Santa Sede, non può che avvenire nel contesto «del riconoscimento esplicito della differenza tra l’aggressore e l’aggredito». Preghiamo dunque per la pace che – come scrive Piero Stefani – «in un mondo lacerato dalle guerre» non può che essere «messianica», cioè pone all’uomo e al credente una «missione storica» che non ha fine e inizia proprio da questa travagliata terra.

I nostri blog

Blog moralia banner
Blog il regno delle donne banner

Newsletter

Iscriviti alla newsletter

Lasciaci il tuo indirizzo e-mail se desideri ricevere ogni settimana il meglio delle nostre pubblicazioni. Puoi cancellarti in qualsiasi momento.

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy
Copy link
Powered by Social Snap