Scuole chiuse, università aperte a metà, limite invalicabile in aziende e “zone rosse” in alcune città del Nord Italia. Con le prime contaminazioni da Coronavirus si è diffuso in Italia il panico. Tra chi cammina per strada con la mascherina e chi si è auto imposto la quarantena al primo starnuto, c’è anche chi ha scelto di non cedere al delirio collettivo e di trasformare un fatto tragico in un’opportunità per «far battere il cuore» di una città.
Sono proprio queste le parole del direttore della Pinacoteca Brera di Milano, James M. Bradburne, nell’annunciare un nuovo progetto alla galleria d’arte antica e moderna.

«Con la diffusione del Coronavirus il cuore non ha smesso di battere» ha detto l’architetto canadese in un video pubblicato sul profilo Facebook della Pinacoteca di Brera, a cui è stata imposta la chiusura al pubblico per limitare il più possibile il contagio.

Un museo come Brera – ha spiegato Bradburne – non è soltanto l’insieme delle opere d’arte. In una soscietà liquida i confini fisici sono sempre valicabili e anche quando le mura diventano inaccessibili, i capolavori custoditi all’interno restano raggiungibili attraverso i nuovi mezzi di comunicazione.

«I dipendenti del museo possono leggere, mostrare e illustrare i quadri della Pinacoteca e i dipendenti della Biblioteca Braidense possono leggere le fiabe ai bambini. Potremo offrire all’esterno, attraverso i social e i video, tutto quello che un visitatore potrebbe trovare all’interno del museo».

Questo progetto, secondo il direttore, è la dimostrazione che «il cuore della città continua a battere» nonostante il diffondersi del virus. Ed è anche un modo per re-inventare un servizio al cittadino.

«Combattiamo questo momento di panico, di tristezza e di preoccupazione. Combattiamo e battiamo il virus. Siamo qui per la città, per ogni cittadino, come luogo di ispirazione, di consolazione, luogo che può aiutare a resistere a tutti i guai che abbiamo adesso».

Paolo Tomassone

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share via
Copy link
Powered by Social Snap