«A malincuore, abbiamo messo da parte dubbi e speranze». Lo ha detto il vescovo di Padova, mons. Claudio Cipolla, nel videomessaggio con il quale ieri ha presentato ai suoi fedeli le decisioni assunte congiuntamente dalle conferenze episcopali di Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna in attuazione del decreto ministeriale del 1° marzo 2020 in materia di Coronavirus.

Un testo sincero, che non nasconde «fastidio e perplessità» per alcune scelte che toccano così da vicino la vita delle comunità cristiane, ma spiega le forti ragioni civili ed ecclesiali per le quali occorre «cercare di capire e di obbedire, come ho fatto io stesso». Sempre nella certezza che «il Signore sa volgere al bene anche questa nostra forma non cercata di penitenza».

 

 

Logo-Re-blog

Re-blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share via
Copy link
Powered by Social Snap