Nove qualificati e appassionati uomini e donne della Chiesa italiana (Serena Noceti, Vittorio Berti, Andrea Grillo, Enzo Biemmi, Simone Morandini, Marco Giovannoni, Riccardo Saccenti, Fabrizio Mandreoli, Alessandro Cortesi) hanno creato un sito, Insieme sulla stessa barca, come «proposta di cammino attraverso le settimane incerte, dolorose e faticose della pandemia». La loro prima parola è un corposo sussidio per il Triduo pasquale di questo 2020. «Coordinato da Alessandro, Andrea, Serena (tre itinerari) con il contributo di Morena Baldacci (itinerario per bambini), Federico Manicardi (editing), Luca Palazzi (disegni)», è intitolato «#iocelebroacasa. Riti e parole per fare Pasqua» ed è inteso come risposta alla «sfida di vivere la casa» come «occasione per scoprire la dimensione domestica dell’esperienza del seguire Gesù». Qui di seguito l’introduzione. (G.Mc.)

Questo sussidio per la celebrazione del Triduo pasquale è una delle proposte maturate dal lavoro di un gruppo di teologi, storici, catecheti che, davanti alla situazione sociale ed ecclesiale generatasi con l’epidemia da Coronavirus, hanno cercato uno spazio di confronto sulle sfide sociali, culturali, ecclesiali inedite che ci stanno davanti.

 

Vita, liturgia, vita

Il sussidio è intitolato #iocelebroacasa per richiamare la sfida di vivere la casa, dove ci troveremo ancora nei giorni pasquali, non solo come luogo per celebrare la fede, ma come occasione per scoprire la dimensione domestica dell’esperienza del seguire Gesù e per vivere nuovi stili di celebrazione. La casa, i gesti quotidiani, le presenze che la abitano sono da assumere come vita che si fa liturgia, e come attuazione di una liturgia che respira della vita ordinaria e quotidiana. La proposta non è quindi una semplice trasposizione dei riti del Triduo pasquale ma una proposta nuova, per riti domestici, che si articola in tre itinerari con taglio e accentuazioni diverse.

Un primo itinerario ha un carattere sapienziale. Nei libri sapienziali della Bibbia si parla poco di Dio e molto delle cose umane, ma in esse si ricerca la traccia e la voce stessa di Dio che da lì ci raggiunge. Un secondo itinerario ha un carattere con accento rituale e offre un’esperienza del celebrare la Pasqua in attenzione al passaggio di Cristo e al passaggio dei cristiani a una vita nuova. Il terzo ha un carattere battesimale ed ecclesiale: è invito a riscoprire in questi giorni di Pasqua la chiamata del battesimo e il soffio dello Spirito donato a una comunità di fratelli e sorelle chiamati al servizio, allo scambio dei doni e alla testimonianza nel dialogo.

 

Una via per celebrare la Pasqua

Troverete uno schema di fondo da poter seguire per ogni itinerario ma anche in ogni casa si potrà liberamente scegliere che cosa prendere dell’uno o dell’altro schema e che cosa tralasciare costruendosi una propria via originale di celebrare la Pasqua. Per questo potrà essere utile la griglia posta all’inizio che aiuta a cogliere i paralleli e i richiami possibili tra i diversi itinerari. Il sussidio è stato pensato per essere offerto come strumento ai parroci, agli animatori e animatrici di comunità, alle comunità religiose e non, alle situazioni le più diverse di famiglie o di singles che in questo tempo per molti così difficile e di sofferenza vivono in casa. Chi è solo potrebbe unirsi ad altri con i mezzi che consente oggi la tecnologia per celebrare insieme, seppur a distanza, qualche momento tra quelli proposti.

Questo lavoro è maturato a partire da una grande passione condivisa per poter vivere la Pasqua in modo significativo per la vita ed è stato realizzato con grande generosità e condivisione. Ci auguriamo possa essere un primo abbozzo di un mosaico che si allarga a coinvolgere tutti coloro che lo vorranno utilizzare. Desideriamo offrirlo come proposta per ulteriore cammino in un futuro nuovo che si apre per la Chiesa.

 

4 aprile 2020

Logo-Re-blog

Re-blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share via
Copy link
Powered by Social Snap