Giovedì 20

• Il card. Marcello Semeraro, prefetto della Congregazione delle cause dei santi, propone a Francesco di conferire a Ireneo di Lione il titolo di «dottore della Chiesa» (vedi 21 gennaio). Nella stessa occasione il papa riconosce le «virtù eroiche» dei «servo di Dio» mons. Francesco Saverio Toppi (1925-2007, cappuccino, arcivescovo-prelato di Pompei), Maria Teresa De Vincenti (1872-1936, fondatrice della Congregazione delle Piccole operaie dei Sacri Cuori) e Gabriella Borgarino (1880-1949, della Società delle Figlie della Carità), che diventano così «venerabili».

• Parlando una delegazione dell’Associazione nazionale costruttori edili (ANCE), in udienza nella Sala Clementina, Francesco si concentra sulle questioni dell’etica, della legalità e della sicurezza che interpellano il settore dell’edilizia. 

• Un comunicato della Sala stampa della Santa Sede informa che anche quest’anno, causa pandemia, non sarà possibile svolgere gli esercizi spirituali della curia romana «in presenza» (erano previsti dal 6 all’11 marzo). Il papa invita comunque quanti vi avrebbero partecipato a «provvedervi in modo personale» e sospende per quella settimana tutti i propri impegni.

Venerdì 21

• Aderendo alla proposta della Congregazione delle cause dei santi (vedi 20 gennaio), che a sua volta interpretava un’intenzione già espressa dal papa lo scorso 7 ottobre 2021, Francesco proclama Ireneo di Lione «dottore della Chiesa», con il titolo di «doctor unitatis». La decisione ha sapore ecumenico: vescovo e padre della Chiesa del II secolo, l’autore di Adversus haereses viene indicato dal papa quale «ponte spirituale e teologico tra cristiani orientali e occidentali». 

• L’udienza alla plenaria della Congregazione per la dottrina della fede consente a Francesco di esprimersi, anche se indirettamente, rispetto al rapporto sugli abusi sessuali del clero nella diocesi di Monaco di Baviera, pubblicato il 20 gennaio. La Chiesa, dice, «con l’aiuto di Dio, sta portando avanti con ferma decisione l’impegno di rendere giustizia alle vittime degli abusi operati dai suoi membri, applicando con particolare attenzione e rigore la legislazione canonica prevista».

• Nel gruppo di vescovi spagnoli in visita ad limina c’è anche quello di Tenerife (una delle isole Canarie), Bernardo Álvarez Afonso, che ottiene da Francesco di registrare sul suo smartphone un videomessaggio di solidarietà con gli abitanti della vicina isola di La Palma, colpiti nei mesi scorsi dall’eruzione del vulcano Cumbre Vieja.

Sabato 22

• Il presidente dell’Azione cattolica italiana Giuseppe Notarstefano e l’assistente ecclesiastico Gualtiero Sigismondi varcano la soglia del Palazzo Apostolico per incontrare papa Francesco. Il quale non manca di raccomandare all’associazione «sempre maggiore impegno nel cammino sinodale intrapreso dalla Chiesa universale e dalla Chiesa italiana».

Domenica 23

• Si celebra per la terza volta in tutta la Chiesa la Domenica della Parola. Francesco presiede la messa in San Pietro, durante la quale istituisce due lettori e sei lettrici, nonché cinque catechisti e tre catechiste. Attua così in prima persona i due motu proprio del 2021 Spiritu Domini (sul lettorato e accolitato alle donne) e Antiquum ministerium (sul ministero istituito di catechista).

• Nella meditazione che precede l’Angelus il papa continua a commentare il Vangelo di questa domenica, raccomandando la centralità della Parola di Dio nella vita dei cristiani. Nel dopo-Angelus, dopo aver ricordato la beatificazione (San Salvador, 22 gennaio) del gesuita Rutilio Grande e di altri tre «martiri della fede», si è soffermato a lungo sulla crisi in Ucraina, proponendo per mercoledì 26 gennaio «una giornata di preghiera per la pace».

• Sono le 17 circa quando una famiglia affidataria di Torino, legata alla Comunità Papa Giovanni XXIII di don Oreste Benzi, riceve sul cellulare una telefonata del papa, che si informa sui due ragazzi disabili che essa ha accolto. Gli era stata consegnata pochi giorni prima una lettera della madre Caterina a nome della figlia Giorgia, 11 anni.

Lunedì 24

• Come ogni anno, la festa di san Francesco di Sales (1567-1622), patrono dei giornalisti, è l’occasione per la pubblicazione del messaggio papale per la Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, che si celebrerà il 29 maggio 2022. La riflessione proposta al mondo dei media è incentrata sull’«Ascoltare con l’orecchio del cuore» e viene riferita anche alla vita ecclesiale e ai processi sinodali in corso.

• Il papa riceve in udienza il Capitolo generale delle canonichesse di Sant’Agostino (Congregazione di Nostra Signora) di origine francese (XVI-XVII secolo) dedito all’insegnamento e all’educazione. Raccomanda loro i giovani, i più disagiati e i colpiti dalla pandemia.

 

Martedì 25

• Nella solennità della Conversione di San Paolo il papa conclude la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani celebrando in San Paolo fuori le Mura i secondi vespri. La sua omelia accosta il cammino dei cristiani verso la piena unità a quello dei Magi.

 

Mercoledì 26

• Proseguono all’Udienza generale le catechesi del papa su san Giuseppe, di cui sottolinea la capacità di mettersi in ascolto di Dio nella preghiera. Non sfugge ai titoli dei media il passaggio in cui, parlando dei genitori «davanti ai problemi dei figli», esemplifica anche il caso di «genitori che vedono orientamenti sessuali diversi nei figli; come gestire questo e accompagnare i figli e non nascondersi in un atteggiamento condannatorio».

• Al termine dell’Udienza Francesco pronuncia un appello a celebrare la Giornata internazionale della memoria delle vittime dell’Olocausto (27 gennaio) favorendo nelle nuove generazioni «la consapevolezza dell’orrore di questa pagina nera della storia.

• Ancora al termine dell’Udienza prega e invita a pregare per l’Ucraina, come aveva annunciato (vedi 23 gennaio): «È un popolo sofferente; ha sofferto la fame, ha sofferto tante crudeltà e merita la pace». Lo stesso fa con un tweet sul suo account ufficiale.

Guido Mocellin

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share via
Copy link
Powered by Social Snap