Giovedì 5 maggio

• Per la LIX Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni, in calendario l’8 maggio prossimo, papa Francesco illustra in un messaggio il tema «Chiamati a edificare la famiglia umana».

• Con un chirografo Francesco unifica in una sola istituzione, chiamata Domus Vaticanae, le quattro fondazioni – tra le quali la Domus Sanctae Marthae in cui tuttora il papa risiede – sinora deputate all’accoglienza e all’ospitalità in Vaticano degli ecclesiastici.

• Un altro chirografo, firmato dal papa il 12 aprile ma reso pubblico oggi, crea la Commissione interdicasteriale per la revisione del Regolamento generale della curia romana. L’adempimento è richiesto dall’imminente entrata in vigore (5.6.2022) della costituzione apostolica Praedicate Evangelium sulla curia romana.

• In Aula Paolo VI sono radunate per incontrare il papa le 900 religiose partecipanti all’Assemblea plenaria dell’Unione internazionale delle superiore generali (UISG), in corso a Roma (2-6 maggio). Francesco ha consegnato il testo preparato e ha parlato a braccio, in spagnolo, rispondendo poi ad alcune domande che le religiose gli hanno rivolto. Per la prima volta, da che la notoria gonalgia è peggiorata, lo si vede servirsi di una sedia a rotelle.

 

Venerdì 6

• Il presidente della Confederazione Elvetica, Ignazio Cassis, è in Vaticano. L’udienza con papa Francesco dura 30 minuti; i colloqui proseguono poi, come è prassi, in Segreteria di stato.

• Si conclude con l’udienza da papa Francesco la plenaria del Pontificio consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani. Nel suo discorso il papa raccomanda che, «di fronte alla barbarie della guerra», sia nuovamente alimentato «l’anelito all’unità» tra i cristiani, giacché le divisioni rendono «fertile il terreno per i conflitti».

• Poco prima del giuramento di 36 nuove reclute, Francesco riceve la Guardia Svizzera Pontificia.

 

Sabato 7

• Nominato nel 2018, l’attuale segretario generale della CEI, mons. Stefano Russo, 60 anni, di Ascoli Piceno, formatosi nel Movimento dei Focolari, viene trasferito da papa Francesco alla guida della diocesi suburbicaria di Velletri-Segni, accettando la rinuncia per età di mons. Vincenzo Apicella. Il papa sta per nominare, su una terna votata dall’Assemblea, un nuovo presidente della CEI e ritiene che spetti a quest’ultimo «scegliere il segretario»: lo aveva detto nel corso dell’intervista del 3 maggio al Corriere della Sera.

• L’attenzione di papa Francesco (e con lui dell’arcivescovo di Canterbury J. Welby e del moderatore della Chiesa di Scozia J. Wallace) al mantenimento della pace in Sud Sudan si concretizza in un breve Messaggio di Pasqua che i tre leader religiosi inviano ai leader politici di quel paese.

• Il Capitolo generale dei mercedari (ordine della Beata Vergine Maria della Mercede, fondato nel 1218) incontra il papa, che rivolge loro un discorso a braccio.

• Con un’udienza da papa Francesco il Pontificio Istituto Liturgico Sant’Anselmo festeggia i 60 anni dalla sua fondazione, che risale al Vaticano II. La parte finale dei discorso, in cui Francesco mette in guardia dal pericolo di «fare della liturgia un campo di battaglia», suscita dure critiche nell’area ecclesiale antimoderna.

 

Domenica 8

• Nella prefazione al volume di Giovanni Paolo I Il Magistero. Testi e documenti del Pontificato, pubblicata da Avvenire, Francesco sottolinea lo sguardo profetico di papa Luciani sul mondo.

• Prima del Regina Caeli il papa commenta come di consueto il Vangelo della liturgia domenicale, che, dice, «ci parla del legame che c’è tra il Signore e ciascuno di noi». Dopo, tra i molti richiami alle ricorrenze della giornata, quello più accorato raccomanda: «Continuiamo per favore a pregare ogni giorno il Rosario per la pace».

 

Lunedì 9

• Sul sito Outreach. An LGTBQ Catholic Resource, curato per America Media da padre James Martin, quest’ultimo trascrive una lettera autografa di papa Francesco, nella quale egli risponde telegraficamente al confratello a proposito di «alcune delle domande più comuni» che vengono poste dai cattolici LGBTQ e dalle loro famiglie. La cosa più importante, dice, che le persone LGBTQ devono sapere di Dio è che «Dio è Padre e non rinnega nessuno dei suoi figli. E “lo stile” di Dio è “vicinanza, misericordia e tenerezza”. Lungo questo cammino troverete Dio».

• Ai 130 studenti e docenti dell’Università di Macerata, ricevuti in udienza, il papa raccomanda di «maturare una cultura dell’incontro».

 

Martedì 10

• Viene pubblicato il messaggio di Francesco per la II Giornata mondiale dei nonni e degli anziani, in calendario per il 24 luglio prossimo, che prende come riferimento il Salmo 92: «Nella vecchiaia daranno ancora frutti».

• LA IX Giornata dell’amicizia tra copti e cattolici viene celebrata da papa Francesco con un breve messaggio al patriarca copto Tawadros II.

 

Mercoledì 11

• La catechesi all’Udienza generale è la nona dedicata alla vecchiaia e ha per tema un’eroina biblica: «Giuditta. Una giovinezza ammirevole, una vecchiaia generosa». Dopo la catechesi e dopo i saluti, rivolge «un pensiero speciale al popolo dello Sri Lanka», dove le proteste della popolazione contro il governo sono sfociate in gravi disordini.

• Al termine dell’Udienza generale, tra i fedeli in piazza San Pietro Francesco incontra Kateryna Prokopenko e Yulya Fedosiuk, mogli di due ufficiali del battaglione ucraino Azov che ancora resiste all’assedio russo dell’acciaieria di Mariupol.

Guido Mocellin

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Share via
Copy link
Powered by Social Snap