I gruppi sinodali più originali dell’orbe cattolico sono sicuramente quelli vietnamiti: il loro principale lavoro sarà infatti quello d’affrontarsi in un torneo calcistico. Anche se riservato ai soli preti…

I preti cattolici di tutto il Vietnam si sfideranno nel primo campionato nazionale di calcio per promuovere tra loro lo spirito di sinodalità: lo scrive Ucanews.

Infatti da luglio e ottobre prossimi si disputerà una «Coppa nazionale sinodale 2022-2023»; coinciderà con la 15a Assemblea generale dei vescovi del Vietnam, durante la quale dovranno essere eletti il presidente, il segretario generale e i presidenti e i vicepresidenti delle 17 commissioni episcopali per i prossimi tre anni.
La coppa di calcio organizzata dalla Conferenza episcopale del Vietnam, il cui attuale presidente Joseph Nguyen Chi Linh è anche a capo del Comitato organizzatore del campionato, mira a «promuovere la fraternità tra il clero locale» in vista dell’Assemblea del Sinodo dei vescovi che si terrà a Roma nel 2023.
L’arcidiocesi di Hue ha dichiarato che all’evento parteciperanno 19 squadre provenienti da Hanoi e da Hue e 17 dalle restanti 27 diocesi del paese.
Le squadre saranno divise in 4 gruppi in base alle province ecclesiastiche di provenienza e si sfideranno in gironi all’italiana (tutte le squadre s’incontrano tra loro in ciascun girone). Le due migliori squadre di ogni gruppo passeranno ai quarti di finale.

 

Allenamenti fraterni

Le arcidiocesi di Hue – che ha dichiarato d’aver selezionato la propria squadra ad aprile e i cui giocatori si sono allenati regolarmente tutti i lunedì pomeriggio – e quella di Da Nang dovrebbero giocare la partita inaugurale a Hue a luglio, mentre la finale si disputerà ad Hanoi in ottobre.
«È importante – ha dichiarato ufficialmente l’arcidiocesi di Hue – che dopo le partite d’allenamento i nostri sacerdoti giocatori si possano capire, siano gioiosi e in comunione fraterna e pieni di energia per il lavoro pastorale».
Ad Hanoi mons. Joseph Vu Van Thien ha fondato ufficialmente il 16 giugno scorso il Clergy Hanoi e un comitato d’allenamento. Da notare che la squadra è guidata da un’allenatrice, Dao Thi Mien, ex giocatrice della nazionale femminile vietnamita. Mons. Thien ha inoltre esortato i sacerdoti – riferisce sempre Ucanews – a dare il massimo nel gioco, ad aumentare la sinodalità tra loro e con quelli delle altre diocesi e… a vincere il campionato!
Il pezzo si limita a questo e non racconta come il processo sinodale vietnamita si stia svolgendo per il resto del popolo di Dio. Però si potrebbe anche immaginare di usare nel resto della Chiesa lo sport come strumento di sinodalità: purché tale scelta non incrementi quello che già adesso il processo sinodale ha importato dagli ambienti sportivi, e cioè lo scontro tra le (opposte) tifoserie…

Maria Elisabetta Gandolfi

Maria Elisabetta Gandolfi

Caporedattrice Attualità per “Il Regno”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Share via
Copy link
Powered by Social Snap