Moralia: il cantiere non chiude e il progetto si aggiorna…

Con il XXIX Congresso nazionale, dedicato a «Il fascino (in)discreto del denaro: itinerari interdisciplinari per un’etica economico-finanziaria» e tenutosi a Napoli dal 4 al 7 luglio, si è concluso il percorso associativo dell’Associazione teologica italiana per lo studio della morale (ATISM) previsto per il quadriennio 2018-2022.

Un percorso che ha subito, in corso di svolgimento, un radicale mutamento conseguente all’emergenza socio-sanitaria della pandemia, imponendo all’ordine del giorno nuovi temi e prospettive di riflessione, senza per questo venire meno al suo progetto iniziale. 

Se nel precedente quadriennio una significativa attenzione era stata riservata ai temi e problemi dell’etica matrimoniale e familiare, nel presente il fuoco di interesse si è spostato sulla questione dell’umano e delle dimensioni condivise dell’etica umana, mettendo in luce altrettanti aspetti etici dell’attuale sfera socio-culturale.

Il dialogo con le scienze antropologiche, oggetto dell’evento nazionale nel 2019, l’attenzione alle sfide e opportunità della cultura del digitale nel 2021 e agli sviluppi dell’economia e della finanza, oggetto del recente congresso di Napoli, hanno trovato un’«inedita» ricollocazione all’interno della riflessione prodotta, anche su questa rubrica, sulle questioni legate alla pandemia, nell’intenso 2020, che ha contribuito a rimodulare la lettura del tempo presente non solo in termini sfidanti la cultura e la fede cristiana, ma anche come opportunità a profondi ripensamenti di alcune sue radici.

A riguardo basta scorrere – può essere un utile esercizio di un fecondo otium estivo – i post via via pubblicati su Moralia per rendere ragione di questo puntuale e capillare lavoro culturale che non si è mai interrotto e per il quale ringrazio quanti hanno contribuito ad alimentarlo con costanza.

Il cantiere resta aperto anche per il prossimo quadriennio, unitamente a un’attenzione, tuttora da ripensare, su elementi basilari della riflessione etica cristiana che, presumibilmente, troveranno spazio in alcune iniziative da parte del rinnovato ufficio di presidenza.

Consolidare i punti di forza ereditati dalla tradizione, aggiornare e adeguare ai tempi le strutture portanti della riflessione etica, segnano il passo di ogni stagione culturale ed ecclesiale e della stessa attività dell’ATISM, fin dai suoi inizi.

Restano poi in agenda impegni da non disattendere e, per lo meno, da non rinviare ulteriormente: il potenziamento del contributo dell’Associazione nel dibattito scientifico di settore a livello nazionale e internazionale; un puntuale e qualificato intervento sui temi caldi o giunti «a temperatura critica», ambito di lavoro, quest’ultimo, assegnato soprattutto al blog Moralia, che anche in quest’anno ha dato confortanti segnali di vitalità grazie al contributo degli scrittori e di interesse da parte dei lettori.

L’Assemblea dei soci, oltre a esprimere il gradimento per un evento congressuale che ha visto come relatori un numero significativo di aderenti all’ATISM oltre che docenti universitari, soprattutto nel comparto economico-finanziario, di rilievo nazionale, ha espresso il desiderio di dare continuità e sviluppo a questo percorso, confermando il presidente, lo scrivente, e il vice-presidente Salvino Leone e tre delegati di sezione, Gaia De Vecchi, Michele Mazzeo e Pietro Cognato; procedendo alla nomina di un nuovo segretario, nella persona di Alessandro Rovello, in sostituzione di Salvatore Cipressa giunto al termine del suo mandato dopo due quadrienni e che ringrazio di cuore per il prezioso lavoro «dietro le quinte», e del delegato della sezione Centro identificato in Alessandro Picchiarelli in sostituzione di Paolo Benanti, impossibilitato a proseguire il suo servizio associativo per nuovi e impegnativi incarichi.

I mesi estivi sono per tutti, oltre che tempo di opportuno riposo, anche occasione per una revisione di quanto lasciato alle spalle e per dare continuità a quanto iniziato, ma anche per individuare nuove tappe e mete. Un tempo in cui il sogno, da una parte, impara a fare i conti con la realtà, ma anche a ridisegnare progettualità e mete, oltre le inerzie del presente. Anche per la rinnovata presidenza ATISM sono mesi fondamentali per una prossima e ventura stagione di frutti già a cominciare dal prossimo autunno.

 

Da Blog Moralia

Pier Davide Guenzi

Teologo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Share via
Copy link
Powered by Social Snap