Giovedì 1

• Ieri, 31 agosto, si è aperta a Karlsruhe (Germania) l’XI Assemblea generale del Consiglio ecumenico delle Chiese (CEC), sul tema: «L’amore di Cristo muove il mondo verso la riconciliazione e l’unità». Oggi il card. Kurt Koch, prefetto del Dicastero per la promozione dell’unità dei cristiani e capo della delegazione ufficiale della Santa Sede, legge all’Assemblea un messaggio in cui papa Francesco manifesta la sua forte sintonia con l’evento.

• L’Associazione che raduna in Italia i professori e cultori di liturgia (APL) compie 50 anni. Il giorno dopo aver eletto come nuova presidente suor Elena Massimi (delle Figlie di Maria Ausiliatrice), i suoi membri vengono ricevuti da papa Francesco, che nel proprio discorso ribadisce la differenza tra il fecondo radicamento nella tradizione e quello che egli chiama «spirito mondano dell’indietrismo».

• Alexandre Awi Mello, brasiliano, nuovo superiore generale dei padri della comunità di Schönstatt, ha alle spalle una collaborazione non occasionale con il papa. Viene ricevuto in udienza insieme agli altri capitolari, che Francesco esorta a fasi «portatori di speranza».

• Il Messaggio di papa Francesco per l’odierna Giornata mondiale di preghiera per la cura del creato, pubblicato lo scorso 16 luglio, viene richiamato da uno dei tre tweet pubblicati per l’occasione sull’account @Pontifex.it.

• Nel pomeriggio Francesco trascorre un paio d’ore alla Casina Pio IV, dove si conclude un summit di 25 attori, registi e musicisti convocato dalla Fondazione Vitae. L’incontro, aveva annunciato Vatican News il 19 agosto, «mira a costruire insieme (…) l’inizio di una conversazione su come possiamo sfruttare le arti, i media e l’intrattenimento per innescare una trasformazione culturale che promuova il bene comune, i valori universali e l’incontro tra le persone».

Venerdì 2

• Cristina Fernández de Kirchner, vicepresidente dell’Argentina, è scampata ieri a un attentato. Il papa le fa giungere, tramite un telegramma, la sua solidarietà.

• L’unica udienza collettiva della giornata di papa Francesco è riservata ai membri dell’Associazione degli ex alunni del prestigioso «Kollegium Kalksburg» di Vienna, fondato dai gesuiti.

Sabato 3

• Il lungo processo di riforma dell’Ordine di Malta intrapreso da papa Francesco conosce una ulteriore, importante tappa nella promulgazione, attraverso decreto, della nuova Costituzione.

• In occasione del convegno «Ospedali aperti in Siria» i membri della onlus-ong AVSI sono ricevuti in udienza da papa Francesco. Con loro il card. Mario Zenari, nunzio in Siria. Nel suo discorso il papa parla di quella siriana come «una delle più gravi crisi nel mondo, con distruzioni, crescenti bisogni umanitari, collasso socio-economico, povertà e fame a livelli gravissimi».

• Dal Rescriptum ex audientia SS.mi diffuso oggi si apprende che il papa ha approvato il Regolamento della Commissione di controllo per il progetto di rinnovo della caserma della Guardia Svizzera pontificia.

Domenica 4

• Papa Francesco presiede in piazza San Pietro, davanti a 25.000 fedeli, la beatificazione di Giovanni Paolo I (al secolo Albino Luciani), protagonista nel 1978 di un brevissimo pontificato. La sua omelia, incentrata sul Vangelo odierno, guarda a papa Luciani raccomandando di pregarlo perché «ci ottenga “il sorriso dell’anima”, quello trasparente, quello che non inganna».

• La Vergine di Luján compirà in Argentina, tra il 2022 e il 2023, un pellegrinaggio negli «hogares di Cristo», dove nei quartieri popolari e nelle baraccopoli si accolgono persone socialmente fragili e afflitte da dipendenze. Papa Francesco partecipa al lancio dell’iniziativa, al Luna Park Stadium di Buenos Aires, con un breve videomessaggio.

Lunedì 5

• Si pubblicano gli stralci di una nuova intervista di papa Francesco, resa lo scorso 11 agosto a Maria João Avillez per TVI/CNN Portogallo, che la trasmette integralmente in serata. L’occasione è la GMG che si svolgerà nel paese lusitano tra un anno, ma i contenuti spaziano a 360° sull’attività papale e sulla vita della Chiesa.

• La Caritas spagnola festeggia i 75 anni con un’udienza di papa Francesco al suo Consiglio generale, accompagnato dal presidente della Conferenza episcopale card. Juan José Omella. Il discorso del papa insiste sull’identità della Caritas come «canale dell’azione della comunità ecclesiale».

Martedì 6

• La Sala Stampa della Santa Sede informa di una modifica al programma della visita di papa Francesco a Matera, il 25 settembre prossimo, per la conclusione del XXVII Congresso eucaristico nazionale. Tale variazione consente ai delegati – commenta il presidente della CEI card. Matteo Zuppi, ringraziando il papa – «di fare ritorno nelle proprie città in tempo utile per potersi recare alle urne».

Mercoledì 7

• Chiuso il ciclo sulla vecchiaia, le catechesi delle udienze generali del mercoledì vertono dal 31 agosto scorso sul tema del discernimento. Al centro di quella odierna papa Francesco parte da un famoso episodio della vita di Ignazio di Loyola per concludere che «il discernimento è l’aiuto a riconoscere i segnali con i quali il Signore si fa incontrare nelle situazioni impreviste, perfino spiacevoli».

• Dopo i saluti ai pellegrini, i consueti appelli si concludono con il rinnovo dell’affidamento alla Vergine Maria delle vittime di ogni guerra e «in modo speciale» della «cara popolazione ucraina».

Guido Mocellin

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Share via
Copy link
Powered by Social Snap