Giovedì 8

• All’indomani dell’intervento chirurgico di «laparotomia e plastica della parete addominale con protesi», svoltosi senza complicazioni, è la Sala Stampa della Santa Sede a informare sulle buone condizioni di papa Francesco, che «è informato dei messaggi di vicinanza e affetto giunti nelle ultime ore ed esprime la sua gratitudine, chiedendo nel contempo di continuare a pregare per lui».   

• I media vengono informati anche di una telefonata di papa Francesco alla mamma di Miguel Ángel, il bambino battezzato in una corsia del Gemelli nel corso del ricovero di fine marzo 2023, che gli ha mandato un piccolo poster augurale.

 

Venerdì 9

• Nel primo tweet pubblicato sull’account @Pontifex dopo il ricovero del 7 giugno (391.700 visualizzazioni in sei giorni e 11.900 like) papa Francesco ringrazia di cuore «per le preghiere e i tanti messaggi di vicinanza e affetto» giunti in questi giorni. «Prego per tutti – aggiunge –, in particolare per chi soffre. Vi chiedo di continuare a pregare per me».

• Dalla consueta nota di fine giornata della Sala Stampa della Santa Sede si apprende che il decorso postoperatorio prosegue regolarmente; nel pomeriggio ha ripreso «le attività lavorative» e «in serata ha ricevuto l’eucaristia». 

 

Sabato 10

• Per l’evento romano del Meeting mondiale sulla fraternità umana «Not Alone», organizzato dalla Santa Sede, ci sono in piazza San Pietro, insieme ad artisti e ad altri testimoni, i premi Nobel firmatari di un documento che si oppone alla guerra, alle armi nucleari, a ogni tipo di violenza all’uso «manipolativo» di tecnologie e intelligenza artificiale. A nome di papa Francesco, «assente giustificato»a causa dell’improvviso ricovero, il presidente della Fondazione Fratelli tutti, card. M. Gambetti, legge un massaggio.

 

Domenica 11

• Datato «Policlinico Gemelli, 9 giugno 2023», viene diffuso oggi un messaggio di papa Francesco al gruppo del Partito popolare nel Parlamento Europeo. Raccomanda che ci sia «unità sui temi e valori etici» e che «la fraternità umana diventi azione politica», mettendo al centro «sussidiarietà e solidarietà».

• Oggi papa Francesco non prega in pubblico l’Angelus, neppure da una finestra del Gemelli come fece nel 2021, ma lo fa in privato. È nuovamente l’account @Pontifex a permettergli, con un tweet, di rivolgersi ai fedeli con un breve commento alla solennità del Corpus Domini.

 

Lunedì 12

• È a Maria Elvira Berlusconi, la figlia primogenita del «senatore Silvio Berlusconi» morto questa mattina, che papa Francesco indirizza, tramite il segretario di Stato card. P. Parolin, un telegramma di cordoglio. Lo descrive come «un protagonista della vita politica italiana, che ha ricoperto pubbliche responsabilità con tempra energica». 

• Interessa una diocesi di primo piano a livello mondiale la nomina di papa Francesco che viene pubblicata oggi: al posto del card. Carlos Osoro Sierra, dimissionario per età (78 anni compiuti il 16 maggio), chiama José Cobo Cano, che aveva nominato ausiliare della stessa arcidiocesi nel 2017.

• Quello di papa Francesco è il «decorso clinico atteso», si legge nella quotidiana nota serale della Sala Stampa vaticana, che cita i bollettini medici e informa su come egli ha trascorso la giornata: «tranquilla», scandita da «attività lavorative», «lettura di testi», «riposo» e «preghiera» nella cappellina dell’appartamento privato del Gemelli.

 

Martedì 13

• In preparazione alla VII Giornata mondiale dei poveri, in calendario per il 19 novembre 2023 sul tema: «Non distogliere lo sguardo dal povero» (Tb 4,7), papa Francesco firma e pubblica oggi un messaggio in cui ripete che «i poveri sono persone, hanno volti, storie, cuori e anime».

• «Il recupero post operatorio continua con regolarità. Nel pomeriggio il santo padre ha proseguito con il lavoro e la lettura»: così la Sala stampa della Santa Sede nel consueto aggiornamento di fine giornata sulla convalescenza di papa Francesco. Si apprende anche che «sta continuando la fisioterapia respiratoria».

 

Mercoledì 14

• Si comincia a parlare di dimissioni di papa Francesco dall’ospedale, ipotizzandole «nei prossimi giorni», nel bollettino che lo staff medico rilascia oggi, a una settimana di distanza dal ricovero. Qualche giorno fa il chirurgo Sergio Alfieri, che lo ha operato, aveva a tal proposito precisato di non escludere che egli dicesse a metà settimana: «Sto bene, vogli andare via», aggiungendo: «Non è una persona a cui puoi imporre, puoi suggerire e poi lui decide».

• Rispondendo a un invito rivolto a lui e al grande imam Muḥammad Aḥmad al-Tayyib (al-Azhar) dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite papa Francesco invia al presidente dell’organismo un lungo discorso, incentrato sul binomio pace-fraternità. Lo legge oggi il segretario per i rapporti con gli Stati P.R. Gallagher durante un meeting cui sono presenti il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres e appunto il grande imam al-Tayyib.

Mocellin

Guido Mocellin

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share via
Copy link
Powered by Social Snap