Forse risponderà di più e più realisticamente a questa esigenza [l’appello a «tornare a Camaldoli» o «ripartire da Camadoli» risuonato l’estate scorsa celebrando l’ottantesimo anniversario della settimana di riflessione di un gruppo di intellettuali cattolici che produsse, due anni dopo il Codice di Camaldoli; vedi sotto] il convegno di Camaldoli, che si terrà tra il 5 e l’8 ottobre 2023, organizzato dalla Rivista Il Regno, che ha come oggetto «La terza questione – La Chiesa, i cattolici e l’Italia». «Terza» dopo la prima post-unitaria e la seconda, che è coincisa con il periodo del partito unico dei cattolici. La relazione introduttiva di Gianfranco Brunelli, Direttore del Regno, ha come oggetto: «Una nuova questione cattolica». Perché una questione cattolica continua a esserci drammaticamente: quella del prezioso bacino dell’esperienza religiosa, che fa fatica a trovare i canali di uscita verso la cultura e verso la politica.

Così Giovanni Cominelli conclude su Reset del 21 settembre il suo articolo «Lunga la strada da Camaldoli alla questione cattolica oggi», nel quale commenta il dibattito sorto intorno all’anniversario del «mito fondativo» del Codice di Camaldoli sottolineando le «due ferite, per niente affatto rimarginate», che vi si intravedono dietro: «quella della fine del partito unico dei cattolici, la Democrazia cristiana, e quella della diaspora politica attuale degli stessi».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share via
Copy link
Powered by Social Snap