Giovedì 1

  • Al centro degli atti odierni di papa Francesco c’è il Messaggio per la Quaresima 2024, che è alle porte. Si intitola «Attraverso il deserto Dio ci guida alla libertà». Per presentarlo nella Sala stampa della Santa Sede campeggia dietro ai relatori un disegno di Maupal, street artist familiare con i ritratti del papa. Questa volta l’ha raffigurato mentre «spinge una carriola dentro la quale c’è un sacco con la scritta “Fede” attraverso un deserto irto di chiodi appuntiti», spiega Mimmo Muolo su Avvenire.

  • Nell’agenda di papa Francesco ci sono anche quattro udienze. La prima vede Francesco con Patrice Émery Trovoada (Repubblica democratica di São Tomé e Príncipe): qualche particolare nella cronaca di Vatican News; poi è Ian Ernest (Centro anglicano di Roma) a incontrare papa Francesco; successivamente è la volta di una delegazione della statunitense University of Notre Dame: ne parla Justin McLellan di Our Sunday Visitor; infine, nell’ambito delle visite ad limina dei vescovi italiani, oggi è il turno di quelli della Lombardia, come racconta il portale della Chiesa di Milano.

  • Sul sito di Comunione e liberazione viene resa pubblica una lettera che papa Francesco ha indirizzato il 30 gennaio a Davide Prosperi, presidente della Fraternità, riassunta nell’imperativo di «custodire l’unità».

 

Venerdì 2

  • La XCVIII Giornata missionaria mondiale è in calendario per il prossimo 20 ottobre; papa Francesco diffonde oggi il relativo messaggio, in cui – scrive Asianews – chiede l’avvio di «un nuovo movimento missionario».

  • Cinque le udienze odierne del papa: card. Luis Antonio G. Tagle (Dicastero per l’evangelizzazione); card. Claudio Gugerotti (Dicastero per le Chiese orientali); Raphael Yaakov Schutz (ambasciatore di Israele); Yolanda Díaz Pérez (governo spagnolo); una delegazione della Federazione nazionale Italia Cina (vedi la cronaca del SIR).

  • Nella festa della Presentazione del Signore e in occasione della XXVIII Giornata mondiale della vita consacrata papa Francesco presiede, alle 17.30, la messa in San Pietro. Ai membri degli istituti di vita consacrata e delle società di vita apostolica presenti il papa raccomanda ancora una volta, nell’omelia (come riferisce Adriana Masotti su Vatican News), di guardarsi dalla «trascuratezza della vita interiore» e dall’«adeguamento allo stile del mondo».

Mocellin

Guido Mocellin

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share via
Copy link
Powered by Social Snap