Sabato 17

• Nel cammino verso la seconda sessione della XVI Assemblea del Sinodo «sulla sinodalità» papa Francesco (e la Segreteria generale del Sinodo) marcano tre tappe. Vengono stabilite le date: si svolgerà dal 2 al 27 ottobre 2024. Viene disposta, con un chirografo papale pubblicato sul sito della Santa Sede, la costituzione dei gruppi di studio «che avviino, con metodo sinodale, l’approfondimento di alcuni tra i temi emersi nella prima sessione», «di comune accordo» tra la curia romana e la Segreteria generale del Sinodo, «a cui è affidato il coordinamento». Infine vengono nominati sei nuovi teologi consultori (tra i quali tre donne) per la Segreteria generale. Il collega Massimo Faggioli ha commentato la nomina sul proprio profilo Facebook. 

• Delle sei udienze di oggi, nessuna riguarda un gruppo così numeroso da richiedere come sede – ciò che spesso accade di sabato – l’Aula Paolo VI. Papa Francesco incontra individualmente: card. Robert Francis Prevost (Dicastero per i vescovi); card. José Tolentino de Mendonça (Dicastero per la cultura e l’educazione) con Alfonso V. Amarante (Pontificia Università Lateranense) e Vincenzo Buonomo (Pontificia Università Urbaniana); Krzysztof Nykiel (Penitenzieria apostolica); Younis Al Khatib (Palestine Red Crescent Society).

• Incontra inoltre: i responsabili Nazionali dell’Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani (AGESCI) in occasione del 50° dell’associazione, che documenta il fatto con un comunicato stampa.

• I membri della «Junta Constructora de la Basilica de la Sagrada Familia» di Barcellona, a quali raccomanda – scrive José Beltrán sul sito di Vida Nueva, di preservare nel celebre tempio «il clima di preghiera».

 

Domenica 18

• Il vangelo della I domenica di Quaresima è al centro della riflessione che papa Francesco offre ai fedeli in piazza San Pietro prima di pregare l’Angelus (il testo sul sito della Santa Sede). Al termine, due domande: «Quali sono le passioni disordinate, le “bestie selvatiche” che si agitano nel mio cuore?». «Per permettere alla voce di Dio di parlarmi al cuore e custodirlo nel bene, sto pensando di ritirarmi un po’ nel “deserto”, cerco di dedicare nella giornata qualche spazio per questo?». È quello che farà dal pomeriggio di oggi e fino al 23 febbraio prossimo il papa stesso con i cardinali residenti a Roma, i capi dicastero e i superiori della curia romana. 

• Dopo l’Angleus (nel video dal minuto 10.45”) il papa, ancora una volta, parla di guerre e violenze (in Sudan, in Mozambico, in Palestina, in Ucraina) e di guerra, « che come sempre è inutile e inconcludente, e porterà solo morte, solo distruzione, e non porterà mai la soluzione dei problemi». Ma c’è spazio anche per un saluto ai «coltivatori e gli allevatori presenti in piazza», che non sfugge alle agenzie di stampa.

Mocellin

Guido Mocellin

Giornalista

Un pensiero riguardo “PapaNewsLink 17-18 febbraio 2024

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share via
Copy link
Powered by Social Snap