Venerdì 23

• Si concludono gli esercizi spirituali che il papa e i vertici dei dicasteri della curia romana hanno svolto a partire dal pomeriggio di domenica 18 febbraio, Frattanto la Sala stampa della Santa Sede comunica alcune nomine, tra le quali si segnalano: quella di Flavio Pace – lombardo, 46 anni, in forze dal 2011 al Dicastero per le Chiese orientali – quale segretario del Dicastero per la promozione dell’unità dei cristiani e quella di Riccardo Lamba, 67 anni, dal 2022 vescovo ausiliare della diocesi di Roma, come arcivescovo di Udine al posto di Andrea Bruno Mazzocato, dimissionario per età dal settembre scorso. 

 

Sabato 24

• Un «lieve stato influenzale» fa sì che, «in via precauzionale», papa Francesco annulli le udienze prevista per oggi, annunciano i media vaticani. Ai diaconi della diocesi di Roma che sono avviati all’ordinazione presbiterale, che dovevano incontrare il papa, viene consegnato il discorso preparato, come riferisce un lancio del SIR.

• Sul sito della Conferenza episcopale spagnola (CEE) compare invece il testo di un messaggio di papa Francesco, datato 20 febbraio, che il presidente della CEE, card. Juan José Omella, ha letto oggi a Madrid in apertura della sessione finale del congresso «La Iglesia en la Educación: presencia y compromiso».

 

Domenica 25

• La lieve influenza non impedisce a papa Francesco di affacciarsi su piazza San Pietro per l’Angelus domenicale. Dopo la riflessione sul racconto della trasfigurazione, al centro del Vangelo dell’odierna II domenica di Quaresima, e dopo la preghiera mariana, le parole del papa (nel video dal minuto 10) sono prima di tutto per il secondo anniversario «dell’inizio della guerra su vasta scala in Ucraina», con la supplica «che si ritrovi quel po’ di umanità che permetta di creare le condizioni di una soluzione diplomatica alla ricerca di una pace giusta e duratura». La Palestina e Israele, la Repubblica democratica del Congo e la Nigeria sono le altre aree di conflitto presenti al papa questa domenica, insieme alle «gravi conseguenze umanitarie» di un’ondata di freddo che ha colpito la Mongolia.

Mocellin

Guido Mocellin

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share via
Copy link
Powered by Social Snap