Sabato 20

• Tre udienze collettive e quattro personali in questo sabato di papa Francesco. La prima in programma è con i membri del Pontificio comitato di scienze storiche, in occasione del 70° anniversario della sua istituzione. Il concetto-chiave del discorso pronunciato dal papa è quello di «diplomazia della cultura», contrapposta – anche nel titolo del SIR – alle «idelogie che uccidono».

• La seconda udienza collettiva di papa Francesco è con i seminaristi di Siviglia, accompagnati dall’arcivescovo José Ángel Saiz Meneses. Su Vida Nueva José Beltrán parla di un’ora di incontro, di 36 seminaristi e 5 sacerdoti residenti a Roma e di un discorso scritto integrato da un «dialogo aperto».

• Ci si sposta nell’Aula Paolo VI per incontrare i pellegrini delle diocesi di Cesena-Sarsina, Tivoli, Savona-Noli e Imola, uniti a papa Francesco nella memoria di Bernardo Chiaramonti, papa Pio VII, morto duecento anni fa. Sul Corriere Cesenate la cronaca del direttore Francesco Zanotti.

• La altre udienze odierne di papa Francesco: card. Luis Antonio G. Tagle (Dicastero per l’evangelizzazione); Janusz Urbańczyk (nunzio Apostolico in Zimbabwe); Raphael Warnock (senatore della Georgia); John Briceño (Primo ministro del Belize): su Vatican News la cronaca dell’incontro.

 

Domenica 21

• Il Regina Caeli rivolto ai fedeli in piazza San Pietro è l’unico momento pubblico della domenica di papa Francesco. La riflessione sul Vangelo odierno, dedicato a Gesù buon pastore (Gv 10,11-18), è seguita dalla preghiera a Maria e dai consueti riferimenti all’attualità (nel video dal minuto 9’25”), tra i quali la «preoccupazione» e il «dolore» del papa per «la situazione in Medio Oriente» e il «dolore» per la morte in Costa d’Avorio, in un incidente, del missionario della Consolata p. Matteo Pettinari.

Mocellin

Guido Mocellin

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share via
Copy link
Powered by Social Snap