Sabato 1

• In Aula Paolo VI, luogo delle udienze del sabato mattina ai gruppi più numerosi, papa Francesco incontra 6.000 membri delle Associazioni cristiane lavoratori italiani (ACLI), in testa Emiliano Manfredonia (presidente), e p. Giacomo Costa (accompagnatore spirituale). Il papa, scrive Mimmo Muolo su Avvenire, ne definisce lo stile «popolare, sinodale, democratico, pacifico e cristiano» e sottolinea l’importanza, anche oggi, di rimanere fedeli alla democrazia.

• Oggi papa Francesco riceve in udienza anche: il card. Robert Francis Prevost (Dicastero per i vescovi); il card. Luis Antonio G. Tagle (Dicastero per l’evangelizzazione); Zuzana Čaputová (presidente della Slovacchia: i dettagli da Amedeo Lomonaco su Vatican News); Filüksinos Yusuf Çetin (vicario patriarcale della Chiesa siro-ortodossa in Turchia); nel 50° anniversario di fondazione del quotidiano Il Giornale i direttori Alessandro Sallusti e Vittorio Feltri e la famiglia dell’editore Angelucci.

 

Domenica 2

• Solennità del Corpus Domini. Nel pomeriggio papa Francesco presiede la messa a San Giovanni in Laterano e al termine da ad accogliere la processione sul sagrato di Santa Maria Maggiore. Anche la mattina, prima dell’Angelus, affacciato su piazza San Pietro, il papa medita sul Vangelo della liturgia odierna, mentre le prime parole successive alla preghiera mariana (nel video dal minuto 11) sono una richiesta di preghiera per il Sudan in guerra, seguite dal richiamo agli altri maggiori conflitti in corso in Ucraina, Palestina, Israele, Myanmar.

Mocellin

Guido Mocellin

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share via
Copy link
Powered by Social Snap