I cattolici USA e la sentenza della corte

La sentenza della Corte suprema USA sulla discriminazione delle persone LGBT sul lavoro offre alla Chiesa l’opportunità di ripensare la sua testimonianza pubblica. La vocazione dei cattolici è esercitare la propria moral suasion per influenzare l’opinione dei cittadini degli Stati Uniti. C’è ben poca possibilità di riuscirci se ci disponiamo a questa azione con l’atteggiamento, tipico di tanti politici ed esponenti pubblici nei decenni passati, di chi combatte una “guerra culturale”.

Continua a leggere